UFFICIALE GENOA CLUB

UFFICIALE GENOA CLUB

dimecres, 21 de novembre de 2007

Detencions i empresonaments

Quattro ultras sono finiti in carcere e tre agli arresti domiciliari oggi al termine di un'operazione della polizia di Genova nell'ambito degli scontri avvenuti alla vigilia del derby Sampdoria-Genoa, lo scorso settembre.
Lo ha riferito oggi la questura del capoluogo ligure precisando che per altri due ultras è scattato l'obbligo di firma e che altri 13 sono indagati, in un'operazione che ha coinvolto in totale 22 persone.
Tra questi, 14 sono sostenitori del Genoa e 8 tifosi sampdoriani.
Le accuse per tutti sono di rissa aggravata, lesioni, danneggiamento, porto abusivo di armi improprie, lancio di oggetti atti all'offesa e travisamento.
"Molti fanno parte della tifoseria organizzata, altri invece sono soggetti più giovani: il più grande ha 43 anni e il più piccolo 20", ha spiegato il primo dirigente della Digos genovese e vice questore aggiunto, Giuseppe Gonan in conferenza stampa, parlando di un'operazione lunga, con pedinamenti e riconoscimenti di targhe.
Secondo quanto riferito ancora da Gonan, nelle perquisizioni sono stati trovati coltelli, aste, una mazza ferrata, materiale di stampo neonazista e un libro dal titolo 'Follie da stadio'.
"ORA I CITTADINI POTRANNO COSTITUIRSI PARTE CIVILE"
"Questo blitz è stato un segnale forte della città contro la tifoseria violenta, adesso i cittadini che lo riterranno opportuno potranno costituirsi parte civile nei processi per i vari danneggiamenti", ha commentato il questore della città, Salvatore Presenti.
Alle prime luci dell'alba la polizia di Genova ha fatto irruzione nelle abitazioni degli ultras, supporter sia della Sampdoria che del Genoa, portandoli poi in questura.
Per identificare i tifosi coinvolti sono stati utilizzati anche i filmati delle telecamere presenti nella zona e di quelle di alcune tv locali ma anche informazioni fornite dagli abitanti della zona.
Lo scorso 23 settembre, cinque ore prima dell'inizio del derby Sampdoria-Genoa, si sono verificati scontri tra tifosi Sampdoriani e Genoani che si sono conclusi con diversi danni anche ad automobili e abitazioni.
Per questi fatti il tifoso del Genoa Andrea Leopizzi era finito in carcere lo scorso 29 settembre.